Avete in programma di intraprendere un viaggio fuori dai confini italiani? Un viaggio di lavoro o di affari un raid avventuroso in paesi lontani dove poter fare nuove esperienze fuori dal comune. O magari state già assaporando il piacere di un periodo di relax su spiagge tropicali.
Un viaggio all’estero è davvero un’esperienza importante e, perché no, una prospettiva eccitante. I suggerimenti che troverete qui sono scritti appositamente perché possiate godervi davvero questa esperienza.

 

Vaccinazioni

La destinazione del vostro viaggio è un’area del globo dove le condizioni igienico-sanitarie o ambientali possono essere diverse dalle vostre (ad esempio: Africa, Asia, America centrale o meridionale, Europa dell’Est, ecc.)?
Può darsi, infatti, che per entrare nel Paese che avete scelto siano necessarie una o più vaccinazioni. È bene rivolgersi ad un’ambulatorio almeno un mese prima della partenza. Ci sono vaccinazioni che richiedono più tempo di altre e in alcuni casi non è possibile associare la somministrazione di più farmaci o vaccini (la vaccinazione antitifica orale, ad esempio, non può essere somministrata se nel medesimo periodo si stanno assumendo farmaci contro la malaria).
In genere la scelta delle vaccinazioni a cui il medico vi inviterà a sottoporvi dipende da vari fattori:

• dal tipo di malattie più diffuse nella zona in cui siete diretti;

• dal periodo dell’anno in cui avrà luogo il viaggio (ad esempio nei Paesi dove è diffusa la malaria, questa colpisce più facilmente durante le stagioni umide, cioè quando aumenta di molto il numero delle zanzare);

• dal tipo di viaggio (ad esempio: un breve soggiorno in un hotel di lusso è sicuramente a minor rischio rispetto ad un lungo ed avventuroso safari);

• dalle norme e dai regolamenti emanati dalle autorità sanitarie del Paese di destinazione (ad esempio: è possibile entrare in alcuni Paesi del Centro Africa e dell’Amazzonia solo qualora siate in grado di esibire una certificazione internazionale di avvenuta vaccinazione contro la febbre gialla; in caso contrario vi troverete bloccati all’aeroporto). Vi sono poi altre malattie per le quali al momento non è disponibile purtroppo alcun vaccino. Una tra queste è la malaria, per la quale l’unico mezzo di protezione disponibile è la chemioprofilassi antimalarica, cioè l’assunzione di farmaci antimalarici prima, durante e dopo il soggiorno nella località a rischio. In altri Paesi questo genere di certificazione non è richiesto, ma questo non significa che lì si corrano rischi minori e che per questo la vaccinazione contro la febbre gialla sia meno opportuna.


Garantitevi l’assistenza sanitaria all’estero

 

Europa

Per poter beneficiare dell’assistenza sanitaria in Europa la tessera europea di assicurazione malattia (che sostituisce il modulo E111) potrebbe non coprire tutte le spese mediche necessarie. Infatti tale tessera europea copre o riduce le spese mediche in Europa o Svizzera ma solamente nelle strutture pubbliche e non private. Per tale motivo a volte i clienti sono costretti a sostenere dei costi aggiuntivi per ottenere un adeguato trattamento.

 

Paesi Extracomunitari

In qualsiasi altro Paese extracomunitario il turista deve pagare di tasca propria ogni eventuale spesa medica ed ospedaliera, gli interventi chirurgici ed i ricoveri ospedalieri possono essere anche molto costosi. Negli stati Uniti, ad esempio, la degenza in ospedale può costare anche 2.000 euro al giorno. In questi casi, quindi, è opportuno munirsi di un’assicurazione privata che – in caso di malattia o incidente – garantisca la copertura delle spese di cura, ospedalizzazione, trasporto e rimpatrio.

 

Assicurazioni

Nei viaggi organizzati di solito l’assicurazione è compresa (controllate con quale copertura), ma se viaggiate in modo indipendente rivolgetevi a un’assicurazione specializzata nel turismo. Vi saranno proposte polizze di vario tipo, con coperture più o meno ampie secondo la durata del viaggio e quanto volete spendere. Di solito viene fatta un’unica polizza che comprende l’assicurazione medica, quella sul bagaglio e quella sulla vita, ma ci sono anche polizze che prevedono il rimborso del biglietto se siete costretti ad annullare il viaggio per motivi familiari o professionali. Ovviamente, più garanzie chiedete, più alto sarà il costo.
Leggete bene la sezione sul bagaglio, perché molte polizze pongono un tetto a quanto sono disposte a pagare per ogni singolo collo smarrito o rubato.

 

I documenti sono in regola?

Se non lo avete ancora fatto, informatevi sui documenti necessari per valicare il confine della nazione (o delle nazioni) che costituisce la meta del vostro viaggio: è sufficiente la carta d’identità o serve anche il passaporto, a magari anche un visto consolare?
Non dimenticate inoltre di controllare la validità e la data di scadenza dei vostri documenti, per evitare di vedervi respinti all’areoporto o alla frontiera solamente per non aver rinnovato la carta d’identità o il passaporto.

 

Link Utili

 

 

Ricerca voli ( Tracking voli ): http://it.flightaware.com/ 

Ambasciate Italiane: http://www.esteri.it

Carta dei diritti del passeggero: http://www.enac-italia.it

Informazioni Sanitarie: http://www.viaggiaresicuri.it

Dove siamo nel mondo: http://www.dovesiamonelmondo.it

ENIT – Uffici Turistici: http://www.enit.it

Uffici del turismo del mondo: http://www.towd.com

Aereoporti nel mondo: http://www.avhome.com/apt.html#intl-airports

Compagnie Aeree: http://www.justplanes.com/links.html

Smarrimento Bagaglio: http://www.alitalia.com/IT_IT/contact_assistance/baggage_assistance/worldtracer.aspx

Orari Ferroviari Internazionali: http://reiseauskunft.bahn.de/bin/query.exe/in?

Meteo:  http://www.ilmeteo.it

Corrente Elettrica:  http://www.kropla.com/electric2.htm

Elenchi telefonici mondiali: http://www.infobel.com/teldir/

Guida delle città: http://www.arrivalguides.com

Utilità: http://www.aglobalworld.com/cgi-local/codes.pl